Caricamento Eventi

L’Università Alma Mater Studiorum di Bologna-Dipartimento di Architettura promuove insieme al museo un originale e innovativo progetto di alta tecnologia digitale sul capolavoro dell’Annunciazione dell’Angelico

27 Agosto 2022 @ 8:00 - 15 Gennaio 2023 @ 19:00
L'Annunciazione sotto stretta
Gruppo di Ricerca del Dipartimento di Architettura, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, al lavoro nel Museo della Basilica per l’acquisizione dati 3D
Angelo, particolare Annunciazione Beato Angelico, immagine Hasselblad

Protagonista sempre lei, la bellissima Annunciazione di Beato Angelico, una delle tre tempere su tavola dipinte dal frate domenicano insieme a quelle di Cortona e di Fiesole, oggi al Prado a Madrid. Il Dipartimento di Architettura dell’Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna da diversi mesi è impegnato nella realizzazione di una restituzione digitale tridimensionale Gigapixel dell’opera per mostrare a studiosi e visitatori i suoi segreti più intimi. Per lo scopo è stato costruito un dispositivo ad hoc per l’acquisizione, capace di supportare il sistema di illuminazione LED ad elevata sicurezza per il dipinto, resa cromatica ai massimi livelli, fornita dagli illuminatori Relio2 e risoluzione di 0.02 mm consentita dalla macchina fotografica Hasselblad H6D multishot, fornita dai partner di progetto Hasselblad e FOWA.

Tre intense giornate nel museo dedicate alle operazioni di montaggio, assemblaggio e rilevazione di migliaia di scatti hanno consentito di ricostruire digitalmente l’immagine 3D del dipinto, che è stato scandagliato e analizzato in ogni minimo dettaglio e che sarà reso visibile grazie all’altissima definizione e all’annullamento degli elementi di disturbo (riflessi luce naturale e artificiale, ombra cornice, ecc.). Lo storico dell’arte americano Carl Brandon Strehlke e la direttrice del museo della Basilica Michela Martini, hanno individuato alcuni elementi chiave dell’opera che ogni visitatore potrà approfondire servendosi di un sistema interattivo, avendo l’opportunità di interagire, allargare e ingrandire particolari del quadro e della predella, invisibili o non leggibili a occhio nudo. Un touch wall, un tavolo multimediale, collocato verticalmente accanto all’opera, permetterà così al semplice visitatore curioso come all’esperto di tecnologia digitale, allo storico dell’arte come al restauratore, di confrontare l’opera ricostruita in 3D e la tavola originale, analizzando e studiando le scene, i dettagli, la tecnica pittorica, gli interventi di restauro, ecc. che più interessano. Un lavoro  davvero originale e prezioso, reso possibile grazie al Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna e al suo direttore, Fabrizio Ivan Apollonio, che ha creduto importante investire notevoli risorse umane e professionali in questo progetto di Ricerca, inaugurandolo proprio in occasione di un’importante mostra intitolata Masaccio e Angelico. Dialogo sulla verità nella pittura che si svolgerà a S. Giovanni Valdarno, dal 17 settembre ’22 fino al 15 Gennaio ’23,  nelle due sedi del Museo delle Terre Nuove e del Museo della Basilica, promossa e organizzata dal Comune e inserita nel progetto “Terre degli Uffizi”, ideato e realizzato da Gallerie degli Uffizi e Fondazione CR Firenze all’interno delle rispettive iniziative  Uffizi Diffusi e Piccoli Grandi Musei. Siamo orgogliosi e davvero riconoscenti per questa opportunità davvero unica, che potrà essere nel tempo implementata, arricchita e offrire strumenti di conoscenza, studio, approfondimento e confronto utili per la ricerca, la critica d’arte, la conservazione e la fruizione quanto più possibile stimolante, efficace ed inclusiva, in linea con la nuova definizione di museo elaborata  a Praga da ICOM (International Council of Museums).

 

 

Details

Start: Agosto 27 @ 8:00
End: 15 Gennaio 2023 @ 19:00